.

.

martedì 22 ottobre 2013

MASTERS WTA ISTANBUL - HALLOWEEN ANTICIPATO, ASPETTANDO UN PO' DI TENNIS








Fiabesca presentazione del Master Wta in scena a Istanbul, laddove l'Europa abbraccia l'Asia, tra Grand Bazaar, Kibbutz e zaffate di Kebeb. Ed è subito magia. Le nostre eroine sfilano, tutte in ghingheri come al gran ballo delle debuttanti: irrinunciabile tradizione a metà tra il mondano favoleggiante e il tragic-horror, ormai. Vestiti alla moda, trucco, parrucco e tacco 12 d'ordinanza (e quanto darei per vederle camminare come ubriache in un pub londinese, dopo la foto). Intendiamoci, vestiti molto belli. A stridere è il contrasto, e vederli addosso a semiculturiste, quasi obese o spaurite ragazze abituate a fare sport e meno alle Grand Soirées. Da sinistra a destra, schierate: Sara Errani, italico orgoglio, in un drappo grigio forse avanzato da una sartoria locale di tappeti turchi, sorriso tragico e la stessa disinvoltura terrorizzata di una ragazzina maschia vestita a donna per la prima comunione. Agnieszka Radwanska esibisce sguardo viziosetto e abitino nero eccentrico con doppio spacco futurista, ornato di veli a coprire braccia e proverbiali ginocchia puntute. Petronia Kvitova opta invece per un semplice e beneaugurante azzurro elettrico/viola apparato funebre (e va bene che ultimamente il viola va fortissimo, guardate questa faccia, però....), offrendo alla camera il suo profilo migliore: silhouettes da Venere incinta al quarto mese di tre gemelli.
Al centro, la diva: Serena Williams. Meno ridicola in certe situazioni perché naturalmente vamp, in fiammeggiante vestitino rosso premaman, dal décolleté mozzafiato. «The woman in red» Kelly Le Brock nera e di un quintale. Deliziosa. E spaventosa. Al suo fianco l'altra favorita del torneo, Vika Azarenka conciata come un Crudelia Demon de noantri o trucida fata Turchina versione nero pece dopo aver ingoiato un bue muschiato. Lungo vestito nero e collana di perle (o denti di squalo tigre). Antologica acconciatura da Marlene Dietrich e brilluccicante abito tempestato di strass e paillettes (Maradona style) a esaltarne il bel fisico, per Jelena «Varenne» Jankovic. La chiamano «The body (e faccia da sacco di juta)» non a caso. Na Li sembra evasa da un Kibbutz: vestito bianco e colletto stile Signora Rottenmaier, comodo anche per le risaie di Yangshuo. Ultima, e immagino la fatica che avrà fatto il fotografo nell'inquadrare anche lei, Angelique Kerber: un wurstel bardato a festa, tutta di nero (che sfina) sbracciata e in pantaloni, con l'espressione agghiacciante di una laureanda bruttina prima della seduta.

Ridancianeria a parte, c'è anche un dato tecnico in questo Master turco. Sorteggiati ieri i due gironi, da cui usciranno le quattro semifinaliste. Ecchiveli:

Gruppo Rosso

S.Williams, A.Radwanska, Kvitova, Kerber. Americana ovvia favorita, per la vittoria del girone ma anche per il successo finale. Secondo posto buono per la semifinale in bilico: leggermente favorita Petra Kvitova, emersa dalle acque come un balenottero nel finale stagione, sull'Agnese ultima versione merluzzo e Kerber capace di arraffare un posto al master con buon finale di stagione, ma reduce da un 2013 mediocre.

Gruppo Bianco

Azarenka, Li, Errani, Jankovic. «Sorteggio durissimo per Errani!», leggo. Rientra chiaramente in quell'affetto e desiderio di protezione verso il nostro pulcino arrotino, che si vorrebbe sempre vedere alle prese con una Gatto Monticone, Arancita Rus o, proprio al limite, Misaki Doi anchilosata. Malgrado a parole la descrivano come fenomeno, intimamente la considerano appena top 30. Altrimenti non si spiega. Qui però, dettaglio, è un Master e ci vanno le prime otto. Azarenka fuori portata (se si presenterà sotto il quintale di peso forma), con Li e Jankovic può dire la sua. La cinese al 60% la spazzerebbe via in due set, troppo potente e più solida, ma quel minimo sindacale di forma lo esibisce una volta ogni tre mesi, quindi: spiragli. Jankovic dopo anni di crisi nera e penosi tentativi di migliorare un tennis troppo difensivo e senza spunti vincenti, tornando al passato (trotto invasato e volée da Ridolini in gonnella) ha acciuffato il Master. Ma l'italiana può giocarsela, altrimenti ci sarebbe l'Itf a Lagos, no? 

22 commenti:

  1. Ciao pic...eh eh tranne the body jankovic e agnese e Serena allucinanti
    le altre.....appena terminato match italico fenomeno,ha perso primo set in cui stata
    sempre davanti poi perde tie break e si infortuna pure e forse domani non ci sara'....
    hanno tutti scritto 'la migliore Sara dell'anno ,sfortunata'
    Io capiro' poco o nulla di tennis ok ma a me e' sembrata Una vika imbarazzante....
    ma davvero ....fisicamente molto peggio di come era agli us open,Mah.....un abbraccio da Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho visto. Ma si sa, i giudizi sull'italiana sono annebbiati dal tifo. Non conviene nemmeno considerarli. E il bello è che nemmeno se ne accorgono: se la migliore Errani perde in modo netto da una Azarenka (stando a quanto dici) imbarazzante, facile trarre le conseguenze.
      Ciao Ste

      Elimina
  2. Letto ridendo a crepapelle il post, sempre di buon umore quando si passa di qua!
    Peró la Kerber é veramente spaventosa, un botolo piú largo che alto con tacchi da 12, figuriamoci senza...
    Leggo stasera su Repubblica che la Errani si é spolpacciata nel tentativo di arginare Vika 100 Kg e quindi la sue speranze vanno a farsi friggere. É un vero peccato, tutti noi speravamo che vincesse una buona volta questo benedetto Master!-)
    Saluti da Vienna
    Lucas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma era menomata. Poi no, solo crampi. Quindi ancora no, domani si prova malgrado la menomazione. "Sarà un match durissimo. Spero di giocare" (riassume tutto).
      Va bene, siamo fiduciosi, proverà l'IMPRESA eroica contro la cinese e la serba. Vamos!
      Ciao Lucas

      Elimina
  3. Ciao,
    non che la questione meriti, ma insomma....mi fa scaldare più di altre. Provo a dare la mia opinione (richiesta a gran voce, peraltro) sul perché la Errani top ten faccia parlare...Io credo che sia perché è piccola. Perché è bassa. Perché è fra le prime dieci senza avere un vincente........Perché rappresenta un po' la sfigata per natura che a testa (bassa) va avanti, col carattere, secondo me, di una emiliana acida come l'aceto in privato, ma che regge pressioni che a Miami o Minsk non sanno neanche immaginare.......... Io tifoso? no, quelli di Supertennis sì (per il Lumpenproletariat cui appartengo, l'unico canale visibile....lo streaming non ci riesco, lo ammetto è un mio vulnus, i borghesi vinceranno), ma basta fargli la tara ai 2 cosi.....e ieri si capiva che Vika La Vaka era entrata senza aver fatto il ruttino in spogliatoio, l'han detto anche loro più volte…..ferma, fallosa, solo sprazzi delle bastonate e della fiducia che avrebbero lasciato pochi game……. però poi la Errani l'ha veramente scherzata in più di un occasione...anche di tocco diciamo...e ha perso 7-6. Chiuso lì. Perso, e avrebbe perso anche il secondo, però bon...... ovvio, si sentirà dal mio tono, che sono uno che gioca da poco e lascio volentieri all'oste di questo cordiale blog raccontarmi quanta gente ben più dotata della Errani è arrivata top ten a pieni meriti. Ma penso che il piccolo che ce la fa sia sempre una notizia. Che sia una notizia inutile, lo ammetto.
    Grazie Picasso, attendo la linciata e cmq buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma linciata de che? Hai scritto cose condivisibili, alcune al 1000 per 100, altre solo al 100 o 90. In parte le scrivo da tempo, tra le righe (forse non riesco a renderle chiare), sopra e sotto, davanti.
      Se mi dici che contro una Vika ferma, fallosa e impresentabile ha perso 7-6 6-2, beh...quando sarà al meglio è notte fonda.
      Quante siano arrivate nei top 10 con o senza meriti? e chi se ne frega, direi. Lei ci è arrivata con merito, perché nessuno ti regala niente. I meriti li fa il computer, e solo lui. Altrimenti Gulbis sarebbe top ten da cinque anni. Corre, arrota ed è costante. Tecnicamente, manina? siamo seri. Levale due smorzate agricole e voleetine da scuola di falegnameria imparate giocando centinaia di doppi l'anno da anni (chiunque sarebbe diventato almeno sufficiente), c'è poco. Basta e avanza per mantenersi al vertice e galleggiare tra le picchiatrici intermittenti (e basculanti).
      Più che il merito (innegabile) della top 10, baderei ad altro. Quante top 10 (anzi top 5) in uno slam sono quotate a 201,00 come vincitrici del torneo? nessuna, nella vita. E quanti incontri vedono la numero 6 essere quotata a 1,06 contro la numero 7?
      Questo è. Però spero possa ancora dire che tecnicamente la trovo orrida, caratterialmente insopportabile etc...Nella tv federale normale siano tifosi. Come lo era Bisteccone in Rai (ma in modo più giocoso e dichiarato, senza finte analisi tecniche distorte). L'insopportabile è sentirle quasi dileggiare altre tenniste (enormemente più dotate della nostra) e tacere dei difetti della Errani, trasformati quasi in un pregio ("e però, senza servizio riesce...", perché il servizio non è un colpo?). E' la mistificazione faziosa che trovo imbarazzante, non il tifo in sé. "Giusto" così, da quel punto di vista.
      Ciao Senevada (se l'invito non è rivolto a me - nel caso provvederei a rispondere in termini più aulici e ficcanti - non vedo perché dovrei linciare).

      Elimina
  4. Ciao Picasso. Molto divertente il tuo Halloween Anticipato. Stamane ho letto il titolo "Azarenka overcomes gutsy Errani". C'è da chiedersi cosa le serve la grinta se di fronte trova un bulldozer come la Vika. E' fatica sprecata. Allora le rimane l'Itf di Lagos ? Al proposito dei vestitini oso dire che quello della Sara è di gran lunga più elegante di quel lungo sacco nero da matrona, senza forma alcuna, della Azarenka. La Serena in rosso (superfirmato) è troppo forte con quel sorriso malizioso. (Mò vi frego tutte....). Fa invece quasi pena la Kerber con il suo vestitino della festa home made. Qualcosa di meglio si poteva trovare anche in Germania, suppongo.
    Ho appena seguito il tuo amico Mozart vs Llodra a Basilea. Ha vinto Llodra, giocatore che mi piace molto. Ha estro e fantasia.
    Ora mi trasferisco a Istanbul (via tennis tv). Vediamo come se la cava gutsy Errani contro Li Na.
    Einen schönen Nachmittag wünsch ich Dir, qui piove (governo ladro).
    Anna Marie

    P.S. E' solo un augurio di buon pomeriggio, non pensare male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, il mio amico Mozart dopo NY gioca in modo ininterrotto. Leggo che ha perso da Llodra. Ci sta, ennesima goffa caduta in linea col personaggio, anche se Llodra non è l'ultimo arrivato. probabilmente s'è giocato la possibilità di andare al master, così come la sconfitta di Wawrinka con Vasselin. E ora Haas a un passo dalla sconfitta. Tutto bene per Federer, se riuscirà a spuntarla sull'armadio. Stiamo a vedere, almeno via livescore.
      Ciao Anna Marie.

      Elimina
  5. Gira e rigira si parla sempre di lei. Non per fare il ruffiano ma trovo questo il più sito di tennis più divertente in circolazione, se però continui a martellare solo contro Errani rischia di diventare noioso e sembra ci sia un conto in sospeso con lei. Per la precisione la quota pre Wimbledon era 251. Complimenti Prendi il mio come spunto di riflessione non come critica gratuita e compliemnti per il resto. Roberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consiglio bene accetto. In generale scrivo quel cazzo che mi pare. Preciso solo che a Errani, da Giugno fino ad ora, avrò dedicato solo qualche riga. E anzi, qualcuno durante Flushing obiettò: "cos'è, perché non ne parli? non ti vergogni?").
      Quindi mettetevi d'accordo. O anche no, perché poco me ne cale. Questa penso stia diventando più intoccabile di Berlusca, Nadal, Federer e la Madonna di Fatima.
      Scrivendo del Master Wta, posso cianciare solo delle altre sette e tralasciare la nostra pulcina arrotina? Se poi, pur avendone scritto appena qualche riga, nei commenti mi si chiede di Errani, non posso che rispondere su di lei e non di Na Li, Navratilova o Radwanska. Espongo le stesse (lo so, immagino stucchevoli) teorie a chi forse si sarà perso le puntate precedenti.
      Se risulta noioso, pazienza. C'è altro in giro. Ma a chi domanda, rispondo.
      Sì, la quota 201,00 era sbagliata. Quelle giuste erano 251,00 a Wimbledon e 151,00 a New York, secondo Bet. Peggio ancora. Quote folli che descrivono alla perfezione la situazioni. Assurde per una numero 5. Ancora di più se si pensa che nessuno era disposto a gettarci un euro (uno).
      Ne scrissi in questo pezzo (appunto, l'ultimo monografico alle sue ritorte gesta: in giugno).

      http://tennispsiche.blogspot.it/2013/06/sara-errani-e-le-alte-quote.html

      Ciao Roberto, alla prossima

      Elimina
  6. Non per parlare ancora di Sarita... che dopo Li Na ormai puó tornare a casa, ma la cosa che dovrebbe migliorare é soprattutto la sua immagine, per il suo tennis probabilmente non c´é piú speranza..
    Come diceva senevada é acida come l´aceto, anche se nata a Bologna ma probabilmente romagnola, infatti Errani é un cognome romagnolo. Romagnoli ne conosco un sacco, avuto anche una fidanza di Ravenna per 5 anni, e in generale sono simpatici, anche se in principio un po´ "sgrugni".
    Forse l´atteggiamento di Sarita deriva dal fatto che l´hanno gasata a mille, come hai detto tu in passato. Si dovrebbe prendere un buon PR e mangiarsi qualche piadina in piú con un paio di bicchieri di Sangiovese!
    Intanto Vika perde con Varenne, a conferma che ieri non era quindi molto in forma... o forse si é mangiata 6 kebab a pranzo:))
    Ciao. Lucas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ma pubblico adesso, perché commento inavvertitamente rimosso. Sì, è acidula. Rimanda, per qualche aspetto, al carattere di molte ragazze di quei posti. In generale, lei sportivamente mi sembra molto, ma molto infantile. Cioè, mi spiego: non sa perdere, come i bambini di sei anni, di quelli che prendono il pallone mettono il broncio e se ne vanno, quando stanno perdendo. Basta vedere il modo in cui stringe la mano all'avversaria quando perde. O come si atteggia nei confronti dell'altra, dopo che questa ha fatto un gran punto (a dire: che culo questa, oh).
      Da qui dichiarazioni ridicole, infortuni e giustificazioni (ancora ricordo quello che disse dopo aver perso con Radwanska: dichiarò almeno 8/9 malanni. E quando stai bene che fai, vinci sedici slam di fila?).
      In generale la sua forza è il lavoro e la corsa (e dovrebbe quindi essere l'umiltà, ma invece non lo è. Con quella potrebbe essere un Ferrer in gonnella). Certo un po' l'hanno pompata, specie i media. E sicuramente è difficile vedersi numero 5 al mondo ed essere PIALLATA dalla Puig. Intimamente credeva (o le hanno fatto credere) che potesse arrivare ancora più in alto invece di porre l'accento su quel rischio: sei brava, ma se alla numero 100 gli entrano i colpi, tu non puoi fare niente e perdi.
      Ciao Lucas

      Elimina
  7. Kohli per mille anni23 ottobre 2013 23:44

    Aridatece Kohlscreiber in tv, basta con questo scempio ambiguo di ''Master''. In concomitanza con la nostra arrotina lillipuziana c'era Kohli-Haas(match di cui Supertennis aveva i diritti tv) che credo per bellezza tecnica, visiva e sonora fosse sicuramente uno spettacolo migliore.
    Come si dice a Roma: Supertè 'cci tua!
    Saluti cari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poco fa ho visto che davano Federer-Istomin (alla fine l'ha spuntata facilmente Federer). Già, Kohlshreiber-Haas, grande abbinamento. Il Kohli, inopportuno come nessuno, leva ad Haas gli ultimi refoli di speranza per la qualificazione al Masters (viste le sconfitte di Gasquet e Wawrinka). Peccato, se lo sarebbe meritato il vecchio Tommy.
      Saluti a te, Lucas

      Elimina
  8. Ciao pic,sei partite del master una piu' deludente
    dell'altra(ma al solito sono io ad aspettarmi troppo)
    visto vika?non mi ero poi sbagliato nel dire che era in condizioni
    pietose e the body l'ha evidenziato,un po' deludente na li secondo me,
    ok il test non era probante ma non mi è parsa granche' in forma,chi
    mi pare davvero in salute è petronia,sembra tornata la picchiatrice di talento che era
    lontana dall'angosciante malata dell'estate usa,credo bella finale vedremo.....
    oggi sperando in festeggiamenti sfrenati con sugarpova post vittoria contro zappatore
    ed anelando pronto ritorno a cuba ho scommesso qualcosa sul satrapo contro dimitrov...andata male....la sharapova non è più quella di una volta manco nei festeggiamenti...vabbè,un abbraccio da ste,speranzoso in resurrezione vika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speranze mal risposte (sulla trucida), spero vada meglio per il tuo ritorno a Cuba. Ciao Ste

      Elimina
  9. Se non erro il master femminile sta avendo la precedenza anche su Federer quando sono in contemporanea, pagherei per vedere le differenze di ascolti.
    Riccardino Mozart ha avuto problemi alla gamba ed è quasi un bene; giocando Bercy e (magari) Londra sarebbe arrivato in condizioni impresentabili e già non parte favorito di suo.
    Haas era tagliato già fuori da settimane, avrebbe praticamente dovuto fare finale a Basilea e Bercy.
    Purtroppo oggi pare circolare voce sul ritiro di Llodra a fine anno.
    Mi auguro un photo shooting di livello anche nell'altro masterino femminile a Sofia vista la presenza della Kirilenko :D

    Salutone Picasso!!
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiaro che un Master femminile ha più prestigio di un 500 maschile. Chiaro che da un punto di vista di ascolti, con Federer lo share è molto più alto.
      Haas era fuori, e perché? con questa moria di risultati poi (vedi Gasquet, Wawrinka, Tsonga). Due finali, ma anche vittoria a Valencia e semifinale e Parigi erano alla portata.
      Gasquet sì, giusto che si riposi. Solo che riposandosi rischia di non andarci a Londra.
      Non so le protagoniste di Sofia, ma il materiale, a livello puramente estetico, dovrebbe essere migliore.
      Ciao Paolo, a presto.

      Elimina
  10. Ciao Picasso. Ieri, a Basilea, il Roger ha giocato contro il Roger II, così hanno annunciato Grigor Dimitrov. Di Sharapova neanche l'ombra. Che Roger Rasheed gli abbia raccomandato di lasciarla a casa ? (Si dice che Rasheed esige obbedienza incondizionata da parte dei suoi protégés.) Ha fatto una bella partita, Dimitrov. Ha vinto però l'esperienza di RF (per la mia felicità), perché il ragazzo, malgrado i vari breakpoints, ben due volte non è riuscito a strappargli il servizio. Evidentemente, gli mancano i nervi d'acciaio del nostro. Oggi, il Roger affronterà Pospisil che durante il torneo e, ultimamente in varie occasioni, si è dimostrato giocatore molto brillante. Del Potro (mi annoia) giocherà invece contro Roger-Vasselin che dovrà difendere l'onore della Francia (Erano in quattro a Basilea). Llodra ha annunciato il suo ritiro dalle competizioni. Purtroppo.
    Ho visto che la Serena va forte a Istanbul. Oggi semifinale contro la Jankovic. Io dico che vince anche la finale (vs Li Na o Petra Kvitova.)
    Ciao, ti auguro un felice weekend e ti saluto cordialmente.
    Anna Marie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Dimitrov è un ottimo tennista, dal talento cristallino. Sconta solo il fatto d'essere accostato a Federer da quando aveva 16 anni (per quella frenesia di avere quanto prima un erede), quindi è normale che qualsiasi cosa faccia ci saranno sempre paragoni e risulterà una "delusione" (relativa).
      Che Llodra si ritiri dove l'avete letto? Controllato ora siti francesi: nulla. Italiani: niente. Boh. Certo che sarebbe una grave perdita. E scelta anche inattesa, visto che ancora offre grande tennis e in doppio è a livelli d'eccellenza.
      Serena, visto un po' oggi. E sembrava ferma, in condizioni penose. Da barella. E Janokovic non ha saputo approfittarne, ma l'abisso tra l'americana e le altre o noti proprio in queste circostanze. Se sarà in quelle condizioni anche domani, con Na Li la vedo male.
      Ciao, buon week ena anche a te

      Elimina
  11. La tv inglese lo dava ritirante poi il sito ATP nelle sintesi aveva confermato ma per fortuna Mika ha smentito, fine 2014 sarà il periodo.
    Roger bella partita con Del Potro oggi, Youzhny che trionfa su Ferru a Valencia è una chicca! Che stagione ha fatto!

    Salutoni!!
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio così, allora. Ormai, a poco a poco tutti stanno smettendo, ma lui mi sembrava strano, visto che ancora è bello pimpante.
      Ciao a te, a presto.

      Elimina


Dissi io stesso, una volta, commentando una volè di McEnroe: "Se fossi un po' più gay, da una carezza simile mi farei sedurre". Simile affermazione non giovò certo alla mia fama di sciupafemmine, ma pare ovvio che mai avrei reagito con simile paradosso a un dirittaccio di Borg o di Lendl. Gianni Clerici.